Memoria

Pezzo mancante
Memoria

Noi traduttori abbiamo il pallino, per non dire l’ossessione,  delle parole che devono tenere fede.
Usiamo persino sistemi di traduzione che ci consentono di creare una memoria di tutto quello che è passato sotto le grinfie della nostra tastiera.
In modo da non smarrire niente, di non perdere  “pezzi” per strada, con la convinzione, a volte più o meno illusoria, che quella memoria ti consenta di andare avanti in maniera più spedita, perché racchiude in sé qualcosa di già risolto, già assimilato, che fa parte ormai del tuo bagaglio culturale…

Lo stesso vale, o dovrebbe valere, per la vita.
Puoi anche decidere di farne uso o meno, di fottertene ampiamente, di riscrivere il tuo pezzo in libertà, senza ogni regola, ma la tua personale memoria sarà sempre lì a spuntare, a farti capire chi sei e da dove vieni.
Giorno dopo giorno, incancellabile, come quella foto che mi fissa ogni mattina di te bambino, scalzo, biondo, con in mano una pesca che porgi come un trofeo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...